Io, mio marito e la trans

Racconto trans di una coppia con la trans!

racconto scritto dalla nostra lettrice Lisbeth

Io e Marco sono 5 anni che stiamo assieme, io 31 e lui 42 anni, abbiamo avuto entrambi varie storie prima di conoscerci, più o meno importanti, per adesso niente figli. Io gestisco piattaforme di e-commerce con discreto successo ed economicamente sono autonoma, lui è un edile, siamo andati a vivere insieme dopo pochi mesi, è stato un super colpo di fulmine, l’intesa e l’intimità sono ottime.

Fisicamente siamo entrambi attraenti e in forma. Facciamo l’amore spesso e molto volentieri, a volte con dolcezza, a volte ho voglia di farmi scopare di brutto, selvaggiamente, e lui mi accontenta sempre, in durata e dimensioni è notevole, da parte mia cerco sempre di concedermi al massimo.

Ultimamente però ho iniziato a fantasticare sulla possibilità di gustarmi un altro membro mentre sto con lui, magari qualcuno che mi prenda da dietro mentre glielo succhio, sarebbe da impazzire. Gli ho confessato questa mia volontà, con mio stupore si è dimostrato interessatissimo e propenso, ha messo solo una condizione, deve essere una trans, molto femminile e ben dotata. 

Pensavo di stupirlo e invece è stato lui a sbilanciarmi, al primo momento di titubanza hanno fatto seguito tutta una serie di pensieri, ai quali non ero preparata, che mi facevano bagnare continuamente. 

Mi sono messa alla ricerca della tipa giusta, durante la ricerca mi sono trovata varie volte a masturbarmi solo all’idea… Alla fine ho conosciuto Andrea. Ci scambiamo le foto, dice di essere interessata, lei è colombiana, capelli corti neri e occhi scuri grandi e  profondi, un seno che sembrava naturale, una terza perfetta, appena più piccolo del mio: che voglia immediata di leccargliele e sentirle premere contro le mie.

Andrea è magra, 1,70, gran culo e un’asta da paura. Riusciamo finalmente a incontrarci a casa nostra. Niente cenetta, solo alcool, candele e musica di sottofondo. Appena entra non esita un secondo. Si toglie l’impermeabile e sotto è solo in intimo nero, senza mutande e il cazzo già in tiro, si avvicina a me, mi saluta, mi bacia profondamente e tenendomi i capelli mi guida verso il suo membro, mi ci struscia la faccia. Io sono bagnatissima, gocciolo letteralmente, a quel punto chiama Marco e gli dice di baciarmi e toccarmi, mi mette due dita dentro mentre mi bacia il collo, vengo. Marco mi spoglia e fa altrettanto, ci spostiamo in camera. 

Come programmato sono al centro delle loro attenzioni, sono a pecorina sul letto, sento Andrea che mi lecca, e piano piano mi spinge quell’affare duro e caldo dentro, inizio a leccare il cazzo di Marco, non era mai stato così duro, vengo ancora, mi stanno stantuffando a dovere, sono bagnatissima, sono pronta a leccarli entrambi, ma qui accade una cosa.

Andrea si sposta per farselo leccare e Marco si unisce a me, entrambi assaporiamo quel palo di marmo nero, lui ci prende gusto, con una mano mi tocco e con l’altra sego lui.

Monto sopra a Marco che mi penetra la figa che è ormai bagnatissima e bollente, Andrea da dietro fa quello che stavo aspettando, mi lubrifica bene il buco del culo e ci si infila col suo affare che sembra stia per esplodere da un momento all’altro…. 

Ci muoviamo con ritmo e aumentiamo pian piano, fino a quando i colpi diventano fortissimi e sento le palle di entrambi sbattermi addosso, credo di essere venuta altre tre volte prima di sentire il loro orgasmo caldo riempirmi tutta…

Adesso siamo fermi in un abbraccio, avvinghiati senza nessuna voglia di muoverci da lì.

Ci alziamo, rinfreschiamo, beviamo qualcosa e facciamo due chiacchere, siamo in piedi nudi, vedo i due cazzi che iniziano a risollevarsi…..