Segreti tra mogli, e mariti!

Racconto Confessioni erotiche tra mogli

Serata con le amiche a parlare di sesso e segreti, piccole confessioni tra mogli sui vizi dei nostri mariti. 

«Mio marito si sega guardando gli hentai, me ne sono accorta dalla cronologia del pc» dice Laura.
«oddio io li vedevo quando ero adolescente!» ride Simona.
«Adesso sgancio la bomba: mio marito adora masturbarsi al telefono ma…» qualche secondo di silenzio per tenere le amiche sulle spine…
«Lo abbiamo fatto diventare un momento comune: vi ricordate che mi piace il face-sitting? Beh ragazze, l’ho proposto per gioco ma ora non ne posso fare a meno: quando mio marito gode al telefono si siede sopra la mia faccia.»

Vedo lo shock nel volto delle amiche. E subito dopo le loro guance diventano rosse e nei loro occhi la scintilla di curiosità. 

«E tu godi?» chiede Laura. 

«Certo: con un bel vibratore nella fica e mio marito che mi sborra sulle tette. Non potete capire, io letteralmente impazzisco!»

«Come vi è venuto in mente di provare in questo modo?» chiede ora timida Simona. 

Immaginavo che me lo avrebbero chiesto.
Io e mio marito abbiamo molta fantasia, ma confesso che la prima volta è stata davvero un caso…

Ero sotto l’ombrellone e stavo sfogliando una rivista di gossip, un piccolo piacere frivolo che mi concedo ogni estate. A un certo punto attirò la mia attenzione l’Oroscopo piccante: ogni segno dello zodiaco aveva una posizione erotica associata. Guardai subito il mio segno, bilancia. Il suggerimento sessuale indicava il face-sitting. Ok…

Lì per lì rimasi perplessa, anche se già nutrivo una certa curiosità: ho sempre amato sperimentare.

Qualche ora dopo di fronte all’aperitivo ne parlai con mio marito. Tra un brindisi e due risate gli dissi «Dovremmo provare!». Fu a quel punto che lui mi rispose a sua volta con una proposta… «Amore, una cosa che non ho mai provato è l’esperienza di masturbarmi al telefono. Cosa ne dici se uniamo le due cose?».

Ho sempre amato il modo con cui con mio marito tutto è possibile, tutto è bello quando fatto insieme. 

La sera stessa dopo l’aperitivo – che continuò per qualche ora con una complicità pazzesca – siamo rientrati in hotel. 

Ci siamo baciati con foga, fino alla doccia per sciacquarci di dosso la salsedine. Le mani sui nostri corpi bagnati, ancora baci. E poi subito sul letto, ancora con la pelle umida e profumata di bagnoschiuma.

Mio marito prese il telefono e compose un numero di una linea erotica. Lo faceva per la prima volta ma sembrava sicuro di sé. La voce che rispose dall’altro lato lo mise subito a suo agio. Lo capii perché anche se non sentivo cosa gli sussurrava, il suo uccello si drizzò all’istante. Con le dita mi fece un gesto per dirmi di avvicinarmi. Mi stesi sul letto per permettergli di sedersi agevolmente sul mio volto. Con il suo culo sui miei occhi non vedevo nulla. Avevo il naso tappato dalla sua pelle ma con la bocca potevo respirare bene e sentire anche le sue palle che si appoggiavano sulle mie labbra. Mi eccitai all’istante. Respiravo e leccavo la sua pelle, iniziai a sbavare e la saliva mi colava dal viso. 

Ero in estasi e quasi non riuscivo a sentire cosa rispondeva mio marito alla donna al telefono tanto ero presa dalle emozioni che provavo e dai brividi su tutto il corpo. 

Mio marito ebbe un orgasmo atomico poco dopo e mi ricoprì le tette di sperma caldo. Lui riattaccò la chiamata e con due dita iniziò subito a scoparmi la fica per farmi venire. 

È lì che ci venne l’idea del vibratore: sarebbe stato il modo perfetto per godere insieme. Solo se avevamo l’orgasmo nello stesso istante ci saremmo dati l’ok per venire in futuro, durante quella “nostra” posizione. 

 

Simona e Laura mi guardano ammirate. E, vi assicuro, so per certo che sono entrambe eccitate dal mio racconto: posso sentire indistintamente il profumo delle loro fichette bagnate.