Zitto e godi: così faccio impazzire mio marito al telefono

ascolta zitto e godi racconto

Sono una ragazza di trentasette anni sposata da diversi anni che, purtroppo, spesso si trova da sola a casa poiché mio marito viaggia per lavoro.
Ma questo non mi abbatte assolutamente ed anzi, mi stimola le fantasie erotiche più nascoste dentro di me e mi permette di vivere nel migliore dei modi il rapporto sessuale con mio marito, sfruttando il telefono come mezzo che permette ad entrambi di godere come non mai.

Mio marito e la sua goduria

Sono una donna, o ragazza se volete, che a volte sa essere molto eccitante anche per telefono: amo cercare di regalare a mio marito quei momenti di passione unici sotto ogni punto di vista.
Per renderlo maggiormente eccitato ho un modo di fare particolare che riesce a farlo impazzire: sostanzialmente facciamo un gioco di ruolo dove lui rimane se stesso mentre io faccio finta di essere una donna sconosciuta, un’amante che vuole semplicemente godere assieme a lui in maniera per davvero unica.
Il gioco inizia con io che telefono nel cuore della notte, ovviamente dopo aver concordato con mio marito l’orario, e che inizialmente faccio tutta la timida ma poi, dopo pochi minuti di conversazione, il divertimento inizia ad essere presente ed a farsi notare subito.

Come intrigo mio marito: zitto e godi

ascolta e godi al telefono raccontoIl momento del divertimento inizia quando mio marito chiede la mia descrizione: ogni volta cerco di dare un aspetto completamente differente alla mia persona in modo tale che lui abbia la sensazione di poter essere assieme ad un’amante al telefono.
Nel modo di descrivermi inizio a mettere il silenzio a mio marito: voglio infatti che lui possa godersi tutta la mia descrizione e possa iniziare a sentire quel godimento che pervade la sua mente e che permette appunto di poter rendere la telefonata maggiormente piccante e calda.
Voglio anche svelarvi un piccolo trucco: sono una donna donna che cerca sempre di rendere unica la sua descrizione entrando nei dettagli e spiegando a mio marito come dovrebbe essere usato il mio corpo stesso.
Mi piace effettivamente dare l‘impressione di una ragazza che ha tanta voglia di fare sesso e che non vede l’ora di provare questo genere di rapporto piacevole.
Ad esempio dico che i miei lunghi capelli potranno essere passati sul suo corpo per farlo godere maggiormente e per fargli provare quei brividi.
Il solo sentire questo genere di cose manda in estasi mio marito che inizia ad emettere dei piccoli muggiti di piacere, cosa che mi fa sentire calda come non mai e che permette di entrare nel vivo della conversazione stessa.

Come lo faccio godere al massimo

E dopo la mia descrizione cerco ovviamente di entrare nel vivo dell’azione: mi piace sentire la descrizione del suo corpo e sapere che nelle mutande ha un vero e proprio bastone che risulta essere pronto ad essere utilizzato sul mio corpo.
Io, in quel momento, divento una vera e propria belva sessuale: mi piace entrare nel dettaglio ed ovviamente amo cercare di simulare il rapporto.

E mentre io gemo di piacere e dico delle cose irripetibili a mio marito, lui gode ed inizia a toccarsi immaginando ogni singolo rapporto: da quello orale a quello anale noi consumiamo come se fossimo assieme con un’intensità unica.
Ed entrambi ci tocchiamo provando un piacere che risulta essere unico e soprattutto arriviamo assieme, cosa che ci fa provare quella sensazione di piacere unica che solo una coppia che si ama riesce a provare.

Durante la conversazione ripeto anche diverse volte a mio marito di non parlare e di farmi sentire come gode e si tocca, cosa che mi fa sentire viva come non mai e che mi permette di assaporare il piacere del sesso telefonico in ogni sua forma, senza che possano esserci limiti e vincoli, raggiungendo quella soglia di goduria veramente unica sotto ogni punto di vista.