Giochi di sesso

giochi di sesso

Con il tempo ho imparato che il rapporto di coppia ha sempre bisogno di essere stimolato sotto il piano sessuale. Certo, i primi tempi si passeggia insieme sopra a nuvole colorate e pare che ogni respiro abbia necessità di essere condiviso tra i due. Ma poi, il tempo sbiadisce il pathos di quel fuoco che ardeva feroce e che poco a poco, si attenua fino a divenire un qualcosa di cui si conosce ogni scintilla.

All’innamoramento subentra l’amore consapevole, la stima prende il posto della iniziale follia e gli stimoli che parevano immutabili vengono sostituiti dall’abitudine che, seppur lentamente, indirizza la coppia verso una stasi dove tutto è scontato.

Nel mio caso, dopo una unione durata vent’anni, vedevo mia moglie più con gli occhi di un fratello che non con quelli di un appassionato amante e mi rendevo conto del fatto che questo non era solo un particolare da non tenere in debito conto.

Eppure mia moglie Luana continuava ad essere una femmina più che piacente con quel suo fisico ben proporzionato ed eccitante per ogni uomo che vedeva in lei una stupenda quarantenne che spargeva la sua sensualità in ogni suo gesto. La conoscevo bene e avevo sempre apprezzato quel corpo sinuoso dalla pelle vellutata di color ambra, i suoi occhi neri, la sua bocca carnosa, i lunghi capelli corvini. E di lei non c’era nulla che non potesse piacermi ma, con mio stupore, l’eccitazione sessuale era venuta gradualmente ad affievolirsi.

Intuivo che se non avessi trovato un rimedio a questo mia apatia, il ménage avrebbe rischiato di naufragare con il trascorrere del tempo ed era una cosa che non avrei mai voluto che accadesse.

Durante il tempo libero inizia a cercare in internet qualche idea che potesse illuminarmi e navigai quasi senza sosta su centinaia di siti porno accorgendomi ben presto che erano pressoché simili e, come si dice, visto uno…visti tutti. Tuttavia visionando dei filmati hard ebbi modo di ampliare la mia visione del sesso che, nonostante la mia età, non avevo praticato in tutte le sue possibili sfaccettature.

Giochi di sesso per raggiungere l’orgasmo senza sesso

Ad ogni modo, durante la nostra ricerca attenta sui vari siti web, abbiamo cominciato sperimentando dalle cose più soft:

Masturbarsi l’uni di fronte all’altro

Lo facevamo da sempre, ma questa volta avevamo l’obiettivo di stupirci: mia moglie si era messa del latex liquido addosso e dei guanti neri aderenti per stimolare la mia fantasia con un pizzico di erotismo alternativo. Era bellissima e la sua figa davanti a me aperta come non mai mentre lei si sditalinava con tanta foga come se fosse la prima volta.

Sexy Toys

Anche per quanto riguarda i sexy toys, in casa nostra non mancavano vibratori, qualche frustino e anelli per la stimolazione del mio cazzo che rendevano anche il sesso a due più intenso e coinvolgente. Ma fu pazzesco quando Luana venne di fronte a me con fare indifferente, per poi voltarsi e farmi vedere il plug anale più bello che avessi mai visto che le faceva uscite dal buco del culo una codina paffutella di finta pelle di coniglio nero. Un batuffolo morbidissimo che nascondeva tra le chiappe di lei una plug di 4 cm che faceva godere mia moglie ad ogni passo. Per farla godere mi bastò poco: la feci mettere in ginocchio e iniziai a pizzicarle le tette quasi per mungergliele. Le sue mammelle erano così dure ed eccitate che sentivo i suoi brividi sotto le mani.

Dirty Talk

Tra i giochi di sesso che abbiamo amato provare tante volte c’è il classico dirty talk, il parlare sporco, volgare. Non è tra le nostra pratiche preferite, ma abbiamo trovato un modo per renderlo unico nel nostro rapporto. Quando facciamo dirty talking, non lo facciamo mai durante il sesso ordinario in casa, ma sottovoce, sussurrato all’orecchio, quando siamo in pubblico, magari in treno o al cinema. A volte persino al supermercato tramite un audio che avevo mandato a Luana e che lei stava ascoltando in differita mentre faceva la spesa tra gli scaffali. Far sentire mia moglie una puttanella arrappata, una troietta maiala vogliosa del mio uccello faceva impazzire ad entrami. Lei mi rispondeva descrivendomi come avrebbe fatto un pompino perfetto fin dentro alla gola a chi era di fianco a noi. Non lasciava vuoto nessun dettaglio di come la sua bocca avrebbe assaporato ogni piega di cazzi duri di ogni tipo e colore.

Il gioco BDSM

Lo abbiamo provato tante volte, anche alternando i ruoli, anche se quello che ci faceva impazzire dei giochi di ruolo bdsm erano le singole pratiche, come giocare con le candele calde da far gocciolare nel corpo di lei, oppure certe pinze per stimolare le tette di Luana. Non posso dire di essere un Master e lei non è mai stata né slave né mistress. Quando abbiamo visto al cinema 50 Sfumature di Nero ci siamo divertiti solo perché lei indossava un ovetto vibrante che io accendevo a sorpresa per vedere il suo sussulto soffocato in mezzo a tutta la sala di donne eccitate dagli addominali di Mr. Grey.

giochi di sesso

Ma… il nostro gioco di sesso preferito è stato…

Mi incuriosì soprattutto lo scambio di coppia e volli approfondire l’argomento, rivolgendo la mia attenzione su siti specificatamente dedicati agli annunci di incontri di coppia.

Avevo trovato quella illuminazione che cercavo: partecipare ad uno scambio di coppia dove Luana sarebbe stata scopata da un illustre sconosciuto mentre, nello stesso momento, io stavo facendo altrettanto con sua moglie. Il solo pensiero mi aveva provocato una formidabile eccitazione e fantasticavo su possibili scene di sesso che mi vedevano protagonista attivo.

Sapevo che Luana amava le sorprese e che le piaceva il sesso ma mi chiedevo come avrebbe reagito ad uno scambio di coppia da lei neppure lontanamente immaginato. Era un azzardo ma ero un giocatore nato e, d’altra parte, se non mi inventavo qualcosa che ravvivasse il rapporto con mia moglie, prima o poi ne avrei fatto i conti.

Con l’ovvia discrezione che la situazione richiedeva, cercai su un sito di scambisti, una coppia che poteva fare al caso nostro. Conoscevo le preferenze di Luana e sapevo bene che amava uomini atletici e che non disprezzava la bellezza. Dovevo, però, trovare una coppia dove anche la ‘lei’ avrebbe dovuto intrigarmi e non fu una facile ricerca.

Misi del tempo nell’ispezionare profili su profili fino a quando trovai ciò che stavo cercando: Marco e Michelle. Lui appariva nelle sue foto, un uomo della mia età con un fisico quasi scultoreo che accompagnava un volto da vero maschio. Da foto esplicite non si poteva non notare una verga che avrebbe fatto la gioia di molte donne.

Michelle, sua moglie, era una bellissima creola sui venticinque anni che avrebbe potuto fare la modella senza alcun problema.

Avevo trovato la coppia giusta per noi.

Con Luana all’oscuro di tutto, coinvolsi via videochat Marco e Michelle, spiegandogli come stavano le cose e trovando immediatamente una splendida intesa.

Concordato il piano di azione, rimaneva solo di attuarlo nei tempi stabiliti e dissi a Luana che avrebbe dovuto accompagnarmi in una cena importante di lavoro con un potenziale cliente e la sua signora. Sapevo che Luana si sarebbe preparata con cura, indossando qualcosa che avrebbe messo in risalto la sua femminilità per non sfigurare davanti a degli sconosciuti ma, quando la vidi pronta, giuro che stupì anche me.

Le scarpe con tacchi a spillo, le calze fumé, il tailleur di un noto stilista che le disegnava armoniosamente il corpo facendole risaltare il perfetto profilo e un filo di trucco, facevano di lei una donna che emanava sensualità e passione anche se a molti sarebbe risultato più appropriato dire che pareva una troia di gran bordo.

Durante la cena consumata in un ristorante del centro, avevo avuto modo di vedere come Luana guardava Marco e come da questi era ricambiata. Era una vera alchimia quella che si stava manifestando in quel primo incontro e se gli sguardi tra i due erano ardenti, la mano di Michelle posata sulla mia coscia era molto più che bruciante.

Le bottiglie di vino avevano contribuito a farci entrare in totale confidenza tanto che non fu un problema per Luana accettare di terminare la serata a casa di Marco per l’ultimo brindisi.

Il comodo sofà dove Luana si era seduta divenne improvvisamente un’alcova. Marco aveva preso l’iniziativa posando la sua mano su una tetta di mia moglie che apparve soddisfatta di essere stuzzicata in quel modo quasi infantile. Si slacciò i bottoni della camicia lasciando emergere il seno ancora eretto dove i capezzoli non attendevano altro di essere succhiati e morsicati per drizzarsi ancor di più di quanto già lo fossero in quel momento.

Mentre Luana apriva le cosce pronta a masturbarsi, Michelle si inginocchiò dinnanzi a me tirando fuori il mio uccello che non vedeva l’ora di essere spompinato a dovere.

Fu la volta di Marco che si slacciò i pantaloni facendoli cadere per terra lasciando vedere un cazzo davvero super che mia moglie inghiottì senza alcuna esitazione.

Il sofà che ospitava Luana e Marco divenne una perfetta location dove i due stavano scopandosi a vicenda cambiando spesso ruoli e posizioni. Con Luana messa a pecorina per farsi penetrare dal nuovo amico e con me sdraiato sul divano di fronte con Michelle impalata sul mio cazzo che mi cavalcava, riuscivamo ancora ad inviarci muti segnali di intesa sapendo di essere entrambi felicemente tornati a vivere il sesso ed il ménage come un tempo.

Fu solo l’inizio di una nuova dimensione di un amore che continuava nel tempo.

Ti sono piaciuti i nostri giochi di sesso? Vota questo racconto con 5 stelle!