La moglie offerta

cuckold moglie offerta

Il vizio del gioco e una richiesta un po’ particolare Non so quando accadde ma so quanto mi costò l’essere stato contagiato dalla febbre del gioco. Si, d’accordo, la partitella a poker con gli amici magari sotto Natale, ma nulla di serio ed impegnativo. Più che altro per svangare quelle serate dove le mogli dei miei amici si trovavano a parlare tra loro lasciando noi uomini liberi di trovare un modo per riempire quelle ore. Ecco la ragione di quelle partitelle vuoto a perdere che risultava più un riempitivo che…

Leggi il resto

Mio marito cuck: scopata in acqua al mare mentre lui prende il sole e guarda

racconti marito cuck

La storia di mia moglie scopata Che mia moglie Laura fosse una grande porca lo avevo sperimentato da me nel corso degli anni di matrimonio. Il bello è che non ha mai fatto nulla per nascondere la sua insaziabile voglia di divertirsi con il sesso, neppure fosse una ninfomane. In realtà, l’avevo sposata proprio per questo motivo: il sesso piaceva (e piace) anche a me, soprattutto se vissuto intensamente e senza alcuna remora. Stanco di ragazze reticenti che evitavano di fare determinate cose perché imbarazzate o solamente per mantenere inalterata…

Leggi il resto

Lui mi guadava mentre Fabio mi scopava

lui mi guardava mentre scopavo

Mi chiamo Martina. Con Matteo il rapporto era arrivato ad un punto di non ritorno: ormai la noia aveva preso il sopravvento su ogni singolo aspetto della nostra relazione e l’unica cosa, l’unica davvero, che era capace di tenerci ancora insieme era una sorta di affetto. Un affetto però di quello che possono provare due vecchi amici o un fratello ed una sorella, ma niente di comparabile rispetto ai primi tempi in cui stavamo insieme. Era ormai più di quindici anni fa, ogni giorno la passione accendeva ogni momento che…

Leggi il resto

CORNUTO: la mia esperienza cuckold

erotici cuckold storie

Mi guarda con quegli occhi affamati, voraci, mai sazi. Un guizzo di follia si nasconde dietro alla cupidigia e io sentivo di venerarla sempre di più. I capelli lunghissimi e neri cadono scomposti sui seni pieni, ancora attraenti, anche se non sono più sodi come quando l’ho conosciuta, quando era una ragazza di vent’anni, posata e repressa. Studiavamo medicina, entrambi di buona famiglia, con la vita già scritta e tanta voglia di violare tutte le regole, assieme. Ho capito dal primo momento che sotto all’aria mansueta si nascondeva un animo…

Leggi il resto